La vita di un altro Me!
Pubblicato il 1 Aprile 2022
Pubblicato il 1 Aprile 2022

DAL CIELO ALLA TERRA


IO SONO L’UNO E L’ALTRO DISSE A SUO TEMPO EUGENIO!
OGGI IO DICO ANCORA: I MUTANTI SONO PERSONIFICATORI DI UOMINI REDENTI DAL CRISTO E RISVEGLIATI!
IL MUTANTE È ETERNO! EGLI È UN CHERUBINO DELLA CONFEDERAZIONE CELESTE, AMBASCIATORE DELLE SUPREME INTELLIGENZE SOLARI CHE GOVERNANO L’UNIVERSO IN OBBEDIENZA AL DIO CREATORE-UNICO (SPIRITO SANTO).
IL DEMIURGO DEL TUTTO CHE EBBE INIZIO DALL’ATOMO PRIMORDIALE CHE HA DATO VITA AL COSMO . )+( L’IDROGENO.
LEGGERE IL RACCONTO DI UNA VITA, SCRITTO DALLA PENNA SUBLIME DI LADY OSCAR, FA DI ME UN ALTRO ME!
SI!
L’UNO CHE LEGGE LA VITA DELL’ALTRO IN MISSIONE SULLA TERRA.
LA LOGICA FOLLIA SOLARE DELL’AMORE UNIVERSALE CHE GODE DELLA DISADORNA ESPRESSIONE DELLA DIMENSIONE UMANA. IL MUTANTE CERCA, PER REDIMERLE E CRISTIFICARLE, LE ANIME DISPERATE LE QUALI PERCORRONO IL CAMMINO DELLA GIOIA CHE NON INCONTRANO GIROVAGANDO NEI GIRONI DEL DOLORE CHE ESSE STESSE HANNO CREATO PER NON AVERE SAPUTO AMARE E COSÌ PARTECIPANO ALL’INGANNO DEL MALE, TRAVESTITO DA IGNOBILE MEFISTOFELE, CHE PATTEGGIA, MA POI VINCE CONTRO IL FAUST CHE L’UOMO INCARNA PER IGNAVIA PASSIONE E CECITÀ.
IL MUTANTE DELLA LUCE SOLARE CHE VEDE SCORRERE IL TEMPO E LA VITA DELL’UNO IL QUALE CRESCE IMPARANDO LA FILOSOFIA COSMICA DELL’ALTRO.
LEGGETE E CAPIRETE!
SONO ADONIESIS PADRE E MAESTRO DELL’UNO E ANCHE DELL’ALTRO. ENTRAMBI MIEI AMICI SERVITORI E FEDELI AL CRISTO FIGLIO DEL PADRE E UNIGENITO DEL SANTO SPIRITO.
PACE!

PIANETA TERRA
1 Aprile 2022. Ore 12:00


Audio l Messaggio di Adoniesis: La vita di un altro me!
Lettura di Giorgio Bongiovanni. Musica di Geof Wetsley.


STRALCI DI VITA DI UN SERVO DI DIO

La nascita

‘Ricordo bene il momento in cui sono venuto al mondo. Quando mia madre mi ha partorito ricordo la sagoma di un essere di luce posizionato dietro l’ostetrica che ha fatto nascere questo mio corpo quel 5 di settembre del 1963 in un’umile casa a Floridia in Via Palestro 18, un luogo modesto. Durante la mia nascita mio padre attendeva fuori la porta insieme a mio fratello Filippo che aveva già 3 anni.

Quella sagoma che assisteva alla nascita di quel corpo era quella di un essere di luce che si chiama Nibiru Arat Ra. Era lui che sorvegliava la venuta al mondo di quello che poi sarebbe diventato suo strumento all’età di 9 anni.

Il Segno

Quando mi recai a Fatima, quel 2 di settembre del 1989, attendevo un grande avvistamento o un segno legato ai miei Fratelli dello spazio. Ero andato lì per onorare la Santa Madre a cui sono devoto fin da bambino grazie a mia mamma. Pensavo che apparisse una grande astronave, magari proprio quella di quel San Michele che noi chiamiamo Ashtar Sheran, patrono della terra in cui mi trovo ora e invece la Madonna, che mi aveva promesso un segno che tutto il mondo avrebbe visto, mi ha spiazzato.

Avrei tanto voluto che si manifestassero le astronavi celesti per far felice il mio maestro Eugenio Siragusa, che tanto ho amato.

Quel 2 di settembre 1989 la mia vita è cambiata: non sono apparse astronavi ma nel mio corpo si sono manifestate le stimmate. Mi sono state inflitte queste ferite che reputo simboliche in questo senso: sono ferite vere che non si rimarginano né si infettano e che mi procurano dolore ma rappresentano anche un simbolo e un segno che tutto il mondo avrebbe visto. Così mi disse la Madre Santissima.

Sono sorpreso che dopo 33 anni questo segno non sia mai stato fermato né ucciso. Certamente è stato ostacolato ma mai annientato e boicottato. Piaccia o no questo segno è ancora qui ed è il segno della Madonna di Fatima che doveva suggellare l’Opera nata nel 1952 da Eugenio Siragusa. Questo non è il mio segno ma il Segno dell’Opera di Eugenio, malgrado molti che seguono il mio maestro se ne siano dimenticati. Questo è il suo Segno, quello che Eugenio stesso attendeva da sempre. Gli strumenti, come in questo caso posso essere io, non contano. Ciò che contano sono i segni e il Segno che porto la Madonna lo ha dato ad Eugenio, non a me. Io sono stato solo il servo che lo ha preso ma questo è il Segno dell’Opera di Eugenio Siragusa.
Poi quest’Opera ha proseguito con me con una linea, se vogliamo, diversa da quella di Eugenio ma fino all’anno 2000 le stimmate erano certamente anche il Segno dell’Opera di Eugenio.

Da quel 2 settembre del 1989 la mia vita è cambiata completamente e non mi sono più fermato. La Madonna mi disse che dovevo girare tutto il mondo, in particolare 24 città che poi sono diventate 250, non per mio volere. Le 24 città erano luoghi simbolici dove la Madonna era apparsa.
Successivamente, nella seconda fase della mia opera queste città sono diventate tantissime.

La Madonna mi incaricò di divulgare il segreto di Fatima, nascosto dalla Chiesa. Mi disse anche che dovevo annunciare al mondo la Seconda Venuta di Cristo sulla Terra, la presenza extraterrestre e poi utilizzò una frase strana che per me fu la più incomprensibile. Mi disse infatti che dovevo additare la faccia dell’Anticristo. Questa frase ha un significato molto complesso da spiegare che è diventato poi la chiave della mia missione odierna, cioè additare i mali del mondo e indicare anche i responsabili delle ingiustizie del pianeta.

L’incontro con il presidente russo Gorbaciov

Divulgavo il messaggio di Fatima già prima di ricevere le stimmate. Dopo la stimmatizzazione ho incontrato Donna Sofia, regina di Spagna, in Paraguay, la quale mi ha presentato successivamente il Presidente russo Gorbaciov. Questo incontro è accaduto perché la Madonna ha cercato, tramite il suo messaggio, di evitare ciò che oggi sta accadendo ossia che la Russia diventasse il castigo di Dio. Per questo mi disse di andare in Russia. Considerate che io ero un semplice venditore di accessori per calzature a cui la Madonna diede la missione di recarsi nell’ex Unione Sovietica in un momento in cui era da poco caduto il muro di Berlino e vi era una situazione gravissima che poteva accendere la miccia di un conflitto mondiale.

Tutte le speranze del mondo in quel momento erano riposte nelle mani di Gorbaciov.
Per caso, anche se non è stato un caso, ho incontrato la Regina di Spagna all’auditorium di Madrid dove si celebrava un concerto musicale dedicato a nobili e persone di spicco del paese. Io non ero stato certamente invitato ma sono andato lì lo stesso per adempiere a quanto la Madonna mi aveva detto.

I miei accompagnatori pensavano che mi avrebbero buttato fuori ma il Cielo mi indicò di recarmi lì per incontrare Gorbaciov. Con me c’erano mio fratello Filippo, Mara e altri.

In un istante molto particolare in cui tentavo di farmi spazio tra tutti i nobili e le personalità che erano presenti, avvenne il colpo di scena: la Regina di Spagna incrociò il mio sguardo, mi riconobbe, ruppe il cordone della sicurezza deviando il percorso che stava facendo insieme a Gorbaciov e si recò di fronte a me. Mi presentò al presidente russo che mi diede la mano. Io riuscii a dirgli della mia intenzione di recarmi in Russia e lui mi diede il suo benestare. Finito questo attimo fugace che fu come un incantesimo, le guardie del corpo crearono un muro con il presidente ma mi ignorarono. Avevo svolto la missione che il Cielo mi aveva affidato. Così mi avviai verso l’uscita come fossi invisibile. Nessuno della sicurezza ci aveva fermato nonostante mi fossi avvicinato ed avessi parlato con uno degli uomini più scortati al mondo.

Il volere della Madonna aveva stregato il potere della Russia che doveva ricevere un umile servitore che poi lo stesso anno si recò a Mosca per parlare alla televisione sovietica. Anche questo non era qualcosa di realizzabile per me ma il Cielo mi aprì delle porte e riuscii a parlare persino al primo canale russo del messaggio di Fatima. Mi ascoltarono circa 120 milioni di persone. Anche in quel caso c’era con me mio fratello Filippo, Mara e altri.

Durante i miei viaggi in Russia ho parlato della Madonna di Fatima anche nello stesso stadio dove pochi giorni fa il presidente Putin ha radunato migliaia di persone. Ho intrapreso questi rapporti con la Russia perché la Madonna ed Eugenio insistevano molto su questo paese. Sono riuscito a parlare con astronauti e militari, ho avuto i migliori documenti sugli UFO della storia dell’ufologia russa e del mondo e ho tenuto numerose conferenze lì. In quel territorio c’era anche l’Arca più grande che avevamo, composta da 300 persone tutte laureate. Erano tutti uomini e donne colti che suonavano almeno uno strumento. Poi mi sono recato in Ucraina a Kiev, a Chernobyl e in tutti quei luoghi che oggi sono teatro di scontro tra popoli che sono fratelli e che si sentivano una famiglia. Non c’era nessun problema di rivalità prima. Ora in quella terra è stato innescato l’odio.

Dovete comprendere che le forze del bene in questi anni hanno lavorato in Russia e in Ucraina per favorire la pace affinché la Madonna potesse avere un mondo senza conflitti; un mondo in cui la Russia potesse entrare nell’Unione Europea celebrando questa comunione culturale; un mondo in cui la grande Russia potesse avere rapporti pacifici con gli Stati Uniti. Certamente nessuno è santo, ma si è arrivati al conflitto attuale per ciò che il Papa ha spiegato benissimo: i grandi venditori di armi, i grandi fomentatori dell’odio, i grandi sobillatori di avidità sono i veri responsabili di quanto sta accadendo. Putin ha le sue responsabilità bombardando e uccidendo innocenti ma noi occidentali abbiamo la grave colpa di aver posizionato la NATO lungo i confini russi.

Mi dispiace che siamo governati da personaggi stupidi e pericolosi perché ciò che ci sta distruggendo è l’ignoranza. Noi siamo un branco di asini ignoranti e i governanti che il popolo elegge sono asini ignoranti, pericolosi e folli perché la Russia non si può abbattere. Non la batteremo mai! Tutti coloro che si sono contrapposti alla Russia storicamente hanno perso rovinosamente, da Napoleone ad Hitler. Quindi che oggi all’occidente venga in mente di schiacciare la Russia significa che presto moriremo tutti perché quel paese è imbattibile.

Avrei preferito avere oggi come Ministro degli Esteri Moro. Addirittura avrei preferito un mafioso come Andreotti ai ministri attuali perché avrebbe senz’altro evitato questa assurdità che sta compiendo l’occidente. La vecchia classe politica non era ignorante come quella attuale. La vecchia nomenclatura, anche se spesso corrotta e mafiosa, avrebbe spiegato a questi emeriti stupidi, cretini e sanguinari oggi al governo che non si può fare guerra alla Russia.

Il messaggio di Fatima parla chiaro: o l’umanità si ravvede o la Russia diventerà il braccio violento di Dio. Oggi questa profezia si sta compiendo. Il Papa ha consacrato la Russia al cuore immacolato di Maria perché sa che se l’occidente non tornerà indietro, la profezia si avvererà con una guerra nucleare in cui la Russia vincerà tutti e soccomberà anche lei. La Russia vincerà la guerra nucleare ma verrà annientata anch’essa… La Madre Santissima voleva che la Russia vincesse nel bene ma ora invece vincerà nel male. Anche se io prego tutti i giorni affinché ciò non accada. E comunque se accadesse il Cielo salverà il salvabile.

La Madonna ha detto che se l’umanità non avesse ascoltato le sue richieste, la Russia avrebbe sparso nel mondo tutti i suoi veleni e le nazioni sarebbero state annientate. Questo era il messaggio di Fatima e questo è ciò che oggi sta accadendo.

La consacrazione al cuore immacolato di Maria della Russia

Il 25 marzo ricorre l’anniversario della folgorazione di Eugenio Siragusa che in quel giorno nel 1952 a Catania ebbe il suo risveglio. In quel momento l’Essere solare di Luce lo ha compenetrato fino a che non ha terminato la sua missione. Non è un caso che Papa Francesco abbia compiuto proprio il 25 marzo la consacrazione della Russia al cuore immacolato di Maria. Il 25 marzo è anche il giorno dell’annunciazione di Maria. Quindi nulla a caso. Se questi segni non dicono niente per la grande massa umana, per noi dicono tanto. Ho ragione di credere che 2 miliardi di cattolici del mondo non abbiano creduto al Papa questo 25 marzo. Forse solo l’un percento gli ha creduto ma la maggior parte non crede che la Russia sia il braccio del castigo di Dio. Più che un castigo definisco ciò che sta accadendo un raccolto di un seminato sbagliato.

Additare il volto dell’Anticristo

Ho saputo che è morto Falcone qualche giorno dopo perché mi trovavo a Montevideo. Stavo sanguinando quando mio fratello Filippo è entrato nella stanza con il giornale che raccontava di quell’evento che mi sconvolse. In forma hobbistica seguivo le vicende che riguardavano la terra dove sono nato anche se al mio padre spirituale la realtà della mafia non interessava affatto. L’antimafia era una materia del tutto sconosciuta come se a Nicolosi, Catania, Siracusa o Palermo la mafia non esisteva… eppure ho scoperto successivamente che alcuni boss di Cosa Nostra vivevano proprio 5 metri dalla casa di Eugenio ed erano boss sanguinari. Mentre noi parlavamo di cose celesti e di Ashtar Sheran, loro strangolavano o scioglievano nell’acido le persone… a 10 metri dalla nostra arca. Eugenio non ce ne parlava mai. Solo quando uccisero Pippo Fava fece uno scritto straordinario evidenziando come un giusto era stato ucciso dal male. Quando poi fu ucciso il Generale Dalla Chiesa me ne parlò e scrisse un messaggio molto commovente. Al di là di questi due sacrifici avvenuti in Sicilia, per Eugenio, che comunque esaltava e difendeva questi martiri, la mafia era materia sconosciuta.

Quando a Montevideo ricevetti la stimmata sul costato rimasi sconvolto. Chiedevo al Cielo perché ero così sconvolto. Non che io non conoscessi nulla di mafia ma seguivo a modo mio quelle vicende. Il Cielo non mi rispose. Poi il 19 luglio del 1992 venne ucciso a Palermo Paolo Borsellino e gli uomini della sua scorta con un’autobomba. In quel momento allo stesso orario stavo di nuovo sanguinando. Dopo la sanguinazione assistetti a quella tragedia in diretta. Di nuovo per la seconda volta venni sconvolto.

Mi ricordo di essermi recato all’arca e di aver parlato ai fratelli quando ero ancora sotto shock però non dissi loro un dettaglio importante che la Madonna di Fatima mi aveva detto di tacere. La Madre Santissima mi era apparsa quel 19 luglio del 1992 per dirmi che quel sacrificio che avevo visto era legato al messaggio di Fatima. Mi disse di iniziare a percorrere la strada della lotta alla mafia come via legata alla mia missione.

Questo messaggio l’ho ricevuto il 19 luglio del 1992 e l’ho tenuto nascosto fino ad oggi. La Madonna mi disse pure di prepararmi e di studiare. Così iniziai a farlo. Dal 1992 fino al 2000 non parlai con nessuno di questo e per 10 anni studiai nel campo della lotta alla mafia. Dopo questi anni la Madonna mi disse che potevo iniziare questa nuova fase della missione.

Il 25 marzo del 2000 cominciai a fare la lotta contro la mafia. Ricordo i primi anni in cui mi portavo i libri negli aerei e facevo la missione nelle arche. Arrivato al 1998-1999, dopo la prova suprema che il Padre mi ha dato, ovvero la separazione da Eugenio Siragusa che mi stava facendo morire di sofferenza, iniziai a studiare la seconda parte degli studi di antimafia che non erano solo letture ma studio processuale e di giurisprudenza. In quel periodo credo di aver ascoltato almeno 3500-4000 ore di processi in cassette da mezzanotte alle 7 di mattina, momento in cui nessuno mi disturbava. Ricordo di aver letto milioni di pagine di atti processuali. In quegli anni ho dovuto chiudere le arche per dedicarmi a questo.

Vi racconto tutto questo per farvi capire che quando il Cielo mi dice di fare una cosa io non posso sottrarmi, come voi a volte fate. Non siete degni del Cielo se non fate ciò che vi chiede. Per questo io ho studiato perché, se non lo avessi fatto il Padre, mi avrebbe levato le stimmate e mi avrebbe fatto fare un’altra cosa. Il Padre con me è molto esigente e mi dà solo una possibilità e alla seconda mi scarta, anche se io gli ho dato la vita, i miei figli, mia moglie e tutto. Se io per due volte disobbedisco il Padre mi scarta, non fa come io faccio con voi che vi do sempre un’altra possibilità. Per questo quel periodo ho studiato moltissimo una materia che non mi apparteneva e mi sono specializzato.

Non chiedetemi come possa entrarci la strage di via d’Amelio con il messaggio di Fatima. Credo in questo perché me lo ha detto la Madonna. Posso comprenderlo teologicamente ma politicamente, storicamente e laicamente non ne conosco i motivi.

Smascherare l’Anticristo

Se voi non mi seguite nella missione di smascherare l’Anticristo voi non siete degni di Cristo e nemmeno di me. La mia missione principale non sono gli UFO, gli extraterrestri e neppure Funima, Our Voice o il Ritorno di Cristo. Quello che devo fare è additare l’Anticristo perché noi non vedremo il Ritorno di Cristo. I nostri figli lo vedranno. Quindi se non mi seguite nella lotta alla mafia chiuderò tutte le arche. O sposate la lotta alla mafia e diventate bravi nella lettura o non vi parlerò più di Cristo e nemmeno farò conferenze spirituali. E se non vi piace questo cammino vi allontanerete dalla mia strada.

Quando venite a Palermo per appoggiare i giusti dovete conoscere e sapere prima cosa state andando a difendere e non solo credere che io vi dico che c’è un giusto che va difeso. Dovete sapere la storia dei giusti e leggere i loro libri altrimenti cosa state difendendo? Dovete studiare ed essere aggiornati altrimenti non è vero che state seguendo il messaggio della Madonna di Fatima. Se non vi informate e non apprendete significa che seguite quello che vi dice Giorgio perché ha le stimmate e questo non va bene! Quando la Madonna mi ha detto di studiare io per 10 anni l’ho fatto perché credo nella Madonna. Continuo comunque a parlare degli UFO, degli extraterrestri e del messaggio ma prima viene questa missione e noi dobbiamo obbedire al volere di Dio ed essere come dei soldati.

I Segni di Cristo

Perché porto i segni di Cristo? Perché sono un precursore. Non sono un apostolo che evangelizza con il suo messaggio, io sono un precursore di Cristo. Dopo che me ne sarò andato ci sarà Lui.
Per questo devo educarvi e devo dire a voi fratelli di Cristo dove è il male altrimenti non lo riconoscerete e non riconoscerete neppure Cristo.

Se vi chiamo per una missione da qualche parte per combattere la mafia dovete sapere che cosa stanno dicendo i giusti che difendiamo, dovete leggere almeno i libri che hanno letto i nostri eroi e studiarli perché questa è la nostra missione.

La mia missione è Palermo e la lotta contro la mafia. Se amate la mia missione aiutatemi a sconfiggere la mafia. Questa è la ragione della mia vita, della vita dei miei figli e della mia famiglia e se volete può diventare anche la vostra vita…

Seguire la Verità

Se volete seguire davvero la Verità dovete rimetterci la vita altrimenti non la state servendo, altrimenti non siete diversi dal sistema che criticate.

Per essere diversi dal sistema dobbiamo essere soggetti a persecuzione in termini di salute, economia, lavoro, corpo, soldi altrimenti siamo peggio del sistema perché dichiariamo di non volerne fare parte ma ragioniamo in quello stesso modo. Così prendiamo in giro pure Dio! Lo so che queste parole non vi piacciono ma io devo rendervi la vita difficile, non devo lasciare che voi vi addormentiate, devo terrorizzarvi con la Verità per farvi stare svegli. Svegli da cosa? Dal male che vi attaccherà e vi distruggerà se dormirete. Io vi terrò svegli perché vi amo.

Il Segno presente nel mondo

Se la guerra si interromperà senza che voi vediate un segno è perché c’è già stato un Segno che la Madonna ha detto avrebbe visto tutto il mondo. Questo è il grande Segno che grida al mondo ma è anche il segno che nel silenzio compie cose che voi neppure vi potete immaginare. Sulla terra c’è un Segno presente ed è il segno massimo della cristianità che nessuno ha in modo permanente. Il Segno è presente e finché c’è questo segno, tutto il resto, preghiere, consacrazioni e altro, sono aiuti. Quando il Segno non ci sarà più allora raccomandatevi a Dio perché solo quello vi rimarrà da fare. Non ci saranno altri intermediari.

Dovete comprendere che anche la Madonna si affida al Segno. Non è il segno che si affida alla Madonna! Il segno è Cristo e la Madonna si affida a Cristo. Chi vi parla è un servo di Cristo che porta i Suoi segni. Il Segno è Cristo! Ho ragione di credere che la Madre Santissima implori il Padre che questo Segno rimanga ancora presente nel mondo. Questa è la vera preghiera della Madonna.
Quindi se questo Segno cammina e grida è perché la Grande Signora convince il Padre Eterno a lasciarlo in mezzo a voi.

D’altronde io stesso, se fossi stato teologo, avrei detto: quale segno più grande vuole la cristianità? Io non posso dirlo di me stesso ma nella logica è così. E poi non sottovalutate che questo Segno parla. Questo Segno è parlante. A differenza di chi ha avuto questo segno in passato e che lo ha vissuto nel silenzio e nella sopportazione, oggi non è più così! Il Segno ha l’amore assoluto di Cristo ma la bocca del Segno è del Padre che taglia la testa ai demoni. Ecco perché la Madonna chiede di lasciare questo Segno di misericordia che può chiamare anime. Questo Segno grida la giustizia di Dio però la Madonna sa che questo Segno raccoglie anime nel perdono, nella misericordia e nella tolleranza, nell’unione, nell’amare i fratelli. Lei sa che questo Segno dà la vita per i fratelli, per i giovani, che manda sempre messaggi, che prega, che riunisce, che dà la comunione. Per questo la Madonna desidera che il Segno rimanga ancora sulla terra perché cessato questo non ci sarà più niente, solo il buio. E quindi lei piangerà lacrime di sangue.

Per adesso la Madre Santissima è riuscita a convincere il Padre con il suo infinito amore. Oggi è addirittura il Padre che viene a parlare con il Segno. Ecco perché è venuto Adoniesis a parlare, perché la Madonna ha convinto il Padre a non levare dal mondo il Segno ed ora è Lui che ci parla.

I padroni del mondo

Quando ciò che vi sto dicendo arriverà a milioni di persone allora mi uccideranno perché i padroni universali non sanno fermare un popolo che comprende che è stato ingannato perché la guerra non è desiderata da nessuno. Solo i potenti, per ragioni di potere e di vendita delle armi, la vogliono. Seguendo questo ragionamento potrete comprendere dove siede l’Anticristo.

I fratelli della confraternita

Spesso voi vi addormentate nel Getsemani mentre tra voi c’è un fratello che sputa sangue per Cristo. Gesù si arrabbia con i suoi discepoli che dormono ma voi siete i miei fratelli e io vi amo tantissimo e vi vengo a svegliare. Non ricordo più dove abito perché vivo ormai in mezzo a voi e siete voi la mia casa. Cercherò di inculcarvi la cultura di leggere e studiare. Se seguite ciò che vi dirò ce la farete!

L’umanità malata

Dovete capire che l’umanità è malata. È malata di harbar e purtroppo è a piede libero. Noi viviamo in mezzo a degli ammalati mentali che sono feroci assassini criminali con patologie psicotiche e schizofreniche al massimo livello. La gravità è che gli ammalati di harbar oggi siedono nei posti di comando. Chi dirige le nazioni ha le patologie che vi ho indicato e si crede un inviato di Dio.

Quando qualcuno dei potenti lancia una bomba in Afghanistan, in Ucraina o un missile su Gaza e magari colpisce un ospedale, è convinto che è Dio in persona a volerlo. Pensate come sono deliranti! Mi domando perché sediamo un povero paziente psicotico che ha problemi mentali e pensa magari di essere Dio e non isoliamo e sediamo per sempre questi personaggi che sono al potere e che sono pericolosi? La risposta è questa: anche noi siamo schizofrenici e patologicamente malati. C’è chi lo è in forma maggiore, chi lo è in forma media e chi in forma iniziale perché, se la società vuole solo guadagnare denaro, essere felice fregandosene di chi sta morendo, accettando i governanti del mondo attuali, pensando solo al conto in banca, significa che non considera tutti gli abitanti della terra come fratelli e non vive questo pianeta come una casa comune.

Siamo quindi ammalati mentali, psicotici, schizofrenici, violenti e omicidi. Cosa fare, vi chiederete? O iniziamo a guarire riponendo fede nei medici che sono gli angeli e gli arcangeli oppure dobbiamo subire senza nessuna pietà, per amore di chi è sano, di essere annientati. E questo è ciò che avverrà! O guariamo o saremo annientati, non c’è altra scelta. Accadrà ciò che si vede nel film Zombie.

L’umanità sarà annientata dalle Forze Celesti per amore di quelle persone immuni che vogliono vivere, amare e ammirare la vita.

La nascita di Gesù

Mentre ascoltiamo questa dolce melodia vi racconto come è nato Gesù. San Giuseppe chiamò di notte un’ostetrica perché la Santa Madre aveva le doglie del parto. Quando l’ostetrica arrivò la Madre Santissima era dilatata. L’ostetrica si accorse che la Madonna, una ragazza di 17 anni, era però vergine. Non vi ho mai raccontato questa storia. Così si terrorizzò e iniziò a pensare che quella ragazzina avrebbe rischiato la vita per partorire il bambino ma in quel momento dall’utero della Santa Madre uscì una sfera di luce che conteneva il corpo di Cristo. La sfera avvolgeva quel bimbo felice. Quando l’ostetrica si ritrovò tra le mani quella sfera di luce, ecco che esplose in un istante. Così si ritrovò tra le braccia quel bambino serafico che, guardandosi intorno, fece il suo primo vagito. Così è nato Cristo. Lui è nato da una sfera di luce. Il suo corpo astrale è uscito con il corpo fisico dentro una sfera ed è nato dall’utero della Madre Santissima senza arrecare a lei nessuna sofferenza o lacerazione. La Madonna sentiva solo il dolore delle doglie.

Cristo è nato da una sfera di luce. Sono stati i Geni Solari a farlo nascere. Era questo il regalo di stasera che volevo farvi. Io c’ero ed ho visto quanto vi ho raccontato’.

———

Grazie Signore perché nel Segno ci siamo riconosciuti e nel Segno stiamo cercando di cambiare la nostra vita donandola a Te che ci hai salvati e generati.

Che possiamo essere degni della forza del Segno che cambia il destino del mondo e dell’uomo.

Che possiamo affidarci a Lui così come fa la Madre Santissima.

Il Segno ci parla con la potenza del Padre e ci mostra l’amore del Figlio. Che possiamo esserne degni offrendo tutti noi stessi per questa immensa Causa.

Con amore e gratitudine

Francesca Panfili

31 Marzo 2022

Abbiamo affrontato questa tematica anche in Lo Spirito di Verità ci ha parlato e in Adoniesis e la battaglia di Armaghedonn. Inoltre puoi trovare di seguito tutti gli scritti di Francesca Panfili.

qui trovi l’articolo originale

Potrebbe interessarti anche