Il Presagio !
Pubblicato il 25 Gennaio 2022
Pubblicato il 25 Gennaio 2022

“Allora comparirà nel cielo il Segno del Figlio dell’Uomo…” (Mt. cap. 24)

cruzar rusia

DAL CIELO ALLA TERRA

IL PRESAGIO!
IL SEGNO DEL FIGLIO DELL’UOMO, DEL MESSIA IL FIGLIO DI DIO!
ECCO! ECCO!
GUARDATE! GUARDATE E MEDITATE SERIAMENTE SU QUESTA IMMAGINE!
LA CROCE SOLARE IN RUSSIA!
DALLO SPAZIO E DALLO STESSO LUOGO IN QUEL GIORNO, NON LONTANO NEL TEMPO, APPARIRÀ NEL CIELO DI TUTTO IL VOSTRO MONDO LA CROCE DORATA DI FUOCO…
IL SEGNO DEL RITORNO DEL FIGLIO DEL SANTO SPIRITO, DEL MESSIA GESÙ CRISTO (Matteo cap. 24 “Allora comparirà nel cielo il segno del Figlio dell’uomo”), IL MIO UNIGENITO.
IN QUEL GIORNO E IN QUELL’ORA TUTTA L’UMANITA SI BATTERÀ IL PUGNO NEL PETTO E DIRÀ MEA CULPA MEA MAXIMA CULPA! MA SARÀ TROPPO TARDI!
QUELLA CROCE, QUEL FUOCO DIVINO, SARÀ IL SEGNO DELLA CONDANNA DEGLI ASSASSINI DELLA VITA E DELLA SALVEZZA DEGLI ELETTI, DEI BUONI E DEI GIUSTI.
IN SIBERIA, NEL TERRITORIO DELLA SANTA MADRE RUSSIA, LA CROCE DI FUOCO DEL FIGLIO DI DIO RAPPRESENTA UN GRANDE PRESAGIO. NON DIMENTICATELO E NON SOTTOVALUTATELO.
ATTENTI! POTENTI DEL MONDO!
NON TENTATE DI METTERE IN GINOCCHIO LA RUSSIA, PORRESTE IN ESSERE L’ERRORE PIÙ GRAVE DELLA STORIA DELLA VOSTRA UMANITÀ.
ATTENTI!. IL MESSAGGIO DELLA SANTA MADRE DI FATIMA ENTREREBBE NELLA SUA FASE ESECUTIVA PIÙ TRAGICA SE IL DEMONIO DELLA TENTAZIONE DOVESSE CONVINCERE I POTENTI A INIZIARE UNA GUERRA CHE NON AVRÀ VINTI NÉ VINCITORI, MA SOLO L’OLOCAUSTO DI UN’UMANITÀ PERDUTA.
IL MIO SERVO LO SCRIVENTE È LA MUSICA DELLO STRUMENTO CHE VIBRA LE MIE NOTE CELESTI.
SONO ADONIESIS E SONO IN MEZZO A VOI PER PROTEGGERE CON LE ALI DELLA GRANDE AQUILA LA DONNA VESTITA DI SOLE E IL SUO POPOLO.
PACE!

PIANETA TERRA
25 Gennaio 2022
G. B.

PS.: LEGGETE ARTICOLO DEL FRATELLO PIER GIORGIO CARIA.

PS.: “Mentre sulla Terra gli Eserciti preparano la grande guerra, dal Cielo giunge l’Esercito dei Santi. E raggi di Sole che oggi accarezzano la vita, diverranno le fruste dell’ira di Dio.
Marco Marsili (Soffio Luminoso. 23 gennaio 2022. Ore 12.33)

UN SEGNO NEL CIELO: CROCE DI LUCE IN RUSSIA

Sappiamo bene che spesso, in determinate condizioni atmosferiche, la luce solare disegna nel cielo degli spettacoli affascinanti. A queste manifestazioni sappiamo trovare spiegazioni scientifiche e razionali, ma la natura, a volte, ci parla, ci ammonisce e ci avverte con gli strumenti che ha a disposizione. La certezza assoluta che certi fenomeni siano dei messaggi in “codice”, a meno di comunicazioni soprannaturali o cosmiche certe, è difficile averla, ma in alcuni casi, certi eventi vale la pena segnalarli. Sappiamo bene quanto sia rischiosa l’attuale situazione che coinvolge la Russia e l’America, situazione che sta portando il mondo nuovamente sull’orlo di una catastrofica guerra mondiale che potrebbe anche degenerare in uno scontro nucleare. Ebbene, proprio in Russia, esattamente in Siberia, il 18 gennaio 2022, vigilia dell’Epifania ortodossa che cade il 19 gennaio di ogni anno, è stata fotografata in cielo una croce di luce al tramonto che ha attratto l’attenzione di alcune persone, le quali hanno scattato delle foto e un paio di queste sono finite in rete. Le foto sarebbero state realizzate nella città di Guryevsk nella Russia siberiana meridionale, nel distretto minerario di Kuzbass, provincia di Kemerovo. Non sappiamo i nomi degli autori, i media non li hanno riportati e nemmeno, possiamo essere del tutto sicuri che non siano immagini elaborate con un qualche software di edizione di immagini come Photoshop, ma la notizia è stata riportata dal alcuni siti di informazione russi e, anche qui, viene specificato che molti hanno considerato il fenomeno come un presagio accaduto proprio la vigilia del giorno dell’Epifania russa.

Ecco i link degli articoli in cui viene segnalato il fenomeno:
https://vse42.ru/news/33500073
https://www.nsk.kp.ru/online/news/4595674/
https://radiokp.ru/priroda/nebo-kuzbassa-ozaril-ogromnyy-krest-iz-solnechnykh-luchey_nid544862_au37721au
https://www.mk.ru/social/2022/01/19/gigantskiy-ognennyy-krest-poyavilsya-v-nebe-nad-kuzbassom.html

L’evento è stato riportato anche dal sito e da un servizio di un telegiornale di una TV locale:
https://www.vesti.ru/article/2665096
https://youtu.be/0dqsuQlt41U

rusia cruz 2

Perciò, questa “croce” potrebbe indicare la sofferenza per l’umanità che deriverebbe dalla guerra eventuale tra oriente ed occidente. Ricordo che in Matteo 24 leggiamo: “6 Sentirete poi parlare di guerre e di rumori di guerre. Guardate di non allarmarvi; è necessario che tutto questo avvenga, ma non è ancora la fine”; ma essendo questo “segno” apparso proprio alla vigilia della festa dell’Epifania ortodossa, possiamo evidenziare coincidenze ancora più importanti.

La parola «epifania» è un termine greco che significa «manifestazione», ed era usato in senso religioso dai Greci per indicare l’azione di una divinità che palesa la sua presenza attraverso un segno. Nella tradizione cristiana, è la manifestazione della divinità di Gesù ai Re Magi in visita a Betlemme e per conseguenza, la festa in onore di questo evento, che per noi è il 6 gennaio, viene chiamata proprio «epifania» (del Signore). Forse la natura, in questo caso per azione della luce del Sole, vuole indicarci che gli eventi che hanno per protagonista proprio la Russia, sono anticipatori della prossima manifestazione di Cristo al mondo? Tenerne conto non credo sia una esagerazione, in quanto la Russia si trova ad Oriente e ricordiamo che nel Capitolo 24 del Vangelo di Matteo è scritto: “27Come la folgore viene da oriente e brilla fino a occidente, così sarà la venuta del Figlio dell’uomo”.

P. G. Caria – 23 gennaio 2022

qui trovi l’articolo originale

Potrebbe interessarti anche