Lei, la sua Ancella
Pubblicato il 6 Luglio 2021
Pubblicato il 6 Luglio 2021

DAL CIELO ALLA TERRA

PATRICIO, UNO DEI MIEI PREZIOSI RAGAZZI DI OUR VOICE, MARUSCA, SORELLA DELL’ARCA EMILIA, SOCCORSO D’AMORE E CLAUDIA DI GUBBIO, AMICA E FEDELE SORELLA DI SONIA ALEA. QUESTI OPERAI DELLA VIGNA DEL SIGNORE RAPISCONO E FANNO DECOLLARE, PER ALCUNI MOMENTI INFINITI VERSO IL CIELO, IL NOSTRO SPIRITO IN GUERRA CON IL MALE E IMMERSO NEI MEANDRI DI QUESTO MONDO CERCANDO DI DA DARE LUCE ALLE ANIME SMARRITE.

PIANETA TERRA
12 Luglio 2021
G. B.

Lei, la sua ancella

Lei, la Sua Ancella

Lei, che incarna l’amore di tutte le madri.

Lei, che ha gli occhi d’infinito e il profumo di purezza.

Lei, che ci disseta con il suo sorriso.

Lei, che in un abbraccio sa donare l’eternità.

Lei, che accoglie tutti noi come preziosi tesori.

Lei, che si dona senza mai rimanere spoglia.

Lei, che nell’offrire se stessa, diventa sempre più forte e incantevole.

Il solo pensarla commuove e accende sulle labbra un sorriso.

Il solo suo sguardo dona conforto a chi ha la grazia di incrociarlo.

Ricordo ancora il giorno in cui la vidi per la prima volta. Partecipavo al mio primo incontro intimo con Giorgio. Non sapevo chi fosse, non l’avevo mai vista prima, e mi sono ritrovata seduta vicino a lei per tutto il tempo. Alla fine abbiamo recitato una preghiera, e lei ha preso la mia mano stringendola fortissimo e guardandomi profondamente negli occhi, con un sorriso acceso di luce. Non dimenticherò mai quello sguardo e quel sorriso, che mi hanno fatto sentire a casa. Come ritrovarsi. Come conoscersi da sempre.

Pochi giorni fa ho potuto condividere con lei un prezioso momento … ringrazio il Cielo per questi attimi rubati. Come ogni volta, emergono perle preziose dal suo spirito delicato:

“Quando siamo tristi o giù per qualsiasi motivo, perché magari c’è un problema che non riusciamo a risolvere, o qualcosa che ci turba o ci fa soffrire, la cura più potente è occuparsi degli altri. Se restiamo concentrati nel nostro problema cercando il modo di risolverlo, o nei nostri pensieri negativi a commiserarci, ci chiudiamo e mettiamo un muro, perdendo pian piano la nostra energia. Al contrario, è proprio in quei momenti che aprire il nostro cuore alle esigenze e ai problemi degli altri ci permette di espandere la nostra luce. Più pensiamo di aver bisogno di consolazione, più dobbiamo cercare chi ha bisogno di essere consolato, più pensiamo di aver bisogno di aiuto, più dobbiamo ricordarci di chi ci ha chiesto aiuto, e andarlo a cercare. Più pensiamo di non avere niente da dare, più dobbiamo sforzarci di dare, mettendoci all’opera e al servizio. La nostra luce non è per noi. Si alimenta nel dono e nello scambio, e se cerchiamo di utilizzarla per noi, rischiamo di perderla”.

Quanta verità. Queste sue parole riecheggiano dentro di me con una forza disarmante. Cerco di custodirle … di farle mie.

Sonia Alea, sei forza e consolazione per noi. Il tuo alito d’amore si posa su ognuno di noi.

Sonia Alea, sei forza e consolazione per il nostro amato Giorgio. Saperti al suo fianco, devota e piena d’Amore, è la cosa più bella e preziosa che potessimo desiderare per lui.

Sonia Alea, sei stata scelta come Sua Ancella prediletta. Hai accolto nel tuo grembo la nostra piccola grande guerriera e sei per lei rifugio.

Prego affinché tutta la forza e l’amore che doni, ritornino a te centuplicati.

Accompagna e sostieni i passi stanchi del nostro amato fratello e maestro. E continua a donare a lui e a tutti noi la tua pura e preziosissima luce.

Ti amo immensamente sorella mia

Grazie in eterno,

Claudia

6 Luglio 2021

claudiasonia

qui trovi l’articolo originale

(immagine in evidenza di jcomp – www.freepik.com)

Potrebbe interessarti anche